Moncler New Lyon High Top Trainers

IL METODO. Siamo molto felici di essere riusciti a portare in Italia, insieme ai partner, questa importante classifica. Sorride Giovanni Ghelardi, AD di Serviceplan Italia, soprattutto in questo momento in cui la voglia di ripresa ci fa riflettere sulla necessità di riprendere in mano il concetto di marca e riconoscerlo come concreto e importante.

Nessuna fretta di crescere o di sbarcare in nuovi mercati settori. Il mantra di Remo Ruffini, direttore creativo del marchio Moncler, è “fare poche cose, ma bene”. Ed è forse questo il segreto del successo dell’azienda famosa per i suoi piumini, presa in mano dall’imprenditore comasco e portata alla ribalta internazionale.

Chanel inaugura la sua seconda Boutique a Venezia. Situata in uno storico palazzo di fine Ottocento in una tra le calle più prestigiose de La Serenissima: Calle Larga XXII Marzo. Il design è stato affidato all newyorkese Peter Marino. Abito in faille di seta stampa pitone con gonna in organza ricamata di piume e rafia, Moncler Gamme Rouge; maglia in jersey di cotone a righe, Liu Jo Jeans. Bracciale in pelle, Don Quijote. Per il bambino a sinistra.

Il lavoro era effettuato con attrezzature tecnologicamente avanzate che riproducevano anche tramite vari software i capi contraffatti. Per la qualità della produzione i finanzieri ipotizzano che la merce fosse destinata non solo al mercato degli ambulanti abusivi, ma potenzialmente anche agli altri canali distributivi ordinari. L’operazione si è conclusa con la denuncia del titolare dell’attività all’autorità giudiziaria, il sequestro dell’intero laboratorio e dei macchinari utilizzati per la produzione, nonché di circa 2.000 capi di abbigliamento in maglieria e relativi accessori e di 236,50 metri di tessuto griffatoche sarebbe stato da lì a breve utilizzato per confezionare ulteriori pezzi da porre in vendita.

IL ROCKETTARO Cattivi e duri come nel video di Lady Gaga, inguainati in pantaloni e giubbotti neri di pelle da veri rockettari metallici (Se li mette per fare il fico, dice con un sorriso Armani). Emporio Armani cambia volto e da moda da bravo ragazzo, da rock blues, si è passati allo strong. Gli piace mostrarsi, far vedere il corpo tanto che sotto la giacca compare il torso nudo scolpito, tatuato, mostra gli slip da spiaggia con avveduta sfacciataggine.

La redditività media delle aziende vinicole italiane di fascia alta è superiore a quella degli altri beni di lusso. Lo studio Pambianco Strategie di Impresa sui fatturati 2015, condotto analizzando i bilanci delle prime 171 aziende italiane del wine per un giro d’affari complessivo di 6,2 miliardi di euro, evidenzia che le realtà top di gamma incidono per il 20% sulle vendite totali e hanno un tasso di crescita superiore al resto del campione, 7,8% contro il 4,6. La differenza maggiore sta però nell’ebitda.

Lascia un commento