Moncler Lyon Boutique

I minimi toccati nell’intraday dal Tod’s a 80,20 euro si collocano comunque al di sopra del supporto offerto a 79,80 euro dalla base del gap rialzista del 9 ottobre e lasciano per il momento intatte le possibilita’ di proseguimento del rimbalzo in atto dai minimi di inizio mese a 75,35 euro. La rottura della resistenza a 82,55/75, massimi del 25 settembre e del 16 settembre, permetterebbe il test a 84,50 della media mobile a 100 giorni. Resistenza successiva a 86,70, 50% di ritracciamento del ribasso dal top di agosto.

Giacchino di cavallino a stampa animalier, Diego M; abito lungo con spacchi e inserto di tulle, Vicedomini; scarpe Roger Vivier. Coat di ecoastrakan con retro di piumino, Peuterey; abito di pizzo con inserti di tulle e seta, Giambattista Valli; sandali Marco de Vincenzo. Nella pagina accanto, da sinistra.

Persino da Ancona, dove l’Adriatico è più largo, si può scorgere la costa oltre il mare. Quella croata, in questo caso. Questo per dire che i Balcani sono molti vicini all’Italia.Piccola parentesi autobiografica. Su questa potenziale e cruciale liaison è stato condotto il settimo rapporto Pambianco sulle Quotabili, realizzato con il patrocinio di Borsa Italiana, e ampliato nell’orizzonte di riferimento: le precedenti indagini avevano riguardato solo le aziende della Moda e del lusso, questa edizione è stata allargata al settore Casa e design. Il risultato attraverso un modello di valutazione che traduce in punteggio una serie di parametri ponderati ha portato a individuare 65 nomi (50 nella moda, 15 nell’arredo) che hanno le caratteristiche per la quotazione nei prossimi 3 5 anni. Un piccolo esercito di nomi che “abbiamo stimato potrebbe raccogliere su mercato qualcosa come 12 miliardi di euro”, ha spiegato Luca Peyrano, responsabile Primary Market Continental Europe di Borsa, durante la presentazione del rapporto, il 5 dicembre in Piazza Affari.

Remo Ruffini, Moncler President and Creative Director: “Questo lancio rappresenta un punto importante all’interno della nostra strategia globale. L’ampliamento della nostra rete retail passa anche dal Web. Ulteriori iniziative già pianificate risponderanno sempre più alle esigenze e alle richieste di un mondo che, da un lato, è sempre più globalizzato e che, dall’altro, chiede delle proposte esclusive su punto vendita”..

Alla stessa data erano 134 i titoli quotati sul tedesco EntryStandard e 180 quelli trattati sul francese Nyse Alternext, con una capitalizzazione di 5 miliardi di euro. Il divario è ancora più marcato se il raffronto è fatto con l’ Aim inglese, dove sono 1.143 le aziende quotate, per un valore di mercato complessivo di 66,2 miliardi di sterline. Qualcosa si muove, tuttavia.

Lascia un commento