Moncler Lente Jassen Dames

Barbottina esisteva (ciao a tutti) me lo ricordo perché a scuola, il venerdi quando dalla terza elementare c’era il tempo pieno, facevamo le attività alternative. Noi avevamo tappeti, giornalismo, disegno, enterogermina e schifezze con la creta. E qui entra in scena barbottina, perché il sistema per attacare due pezzi di schifezza argillosa per fare una schifezzona ancora più grossa era prendere della creta, scioglierla in un po’ d’acqua e poi adoperare la poltiglia tipo collante.

Prima di scrivere il pezzo sullo scontro Report Moncler pubblicato ieri su Libero, Nicol Petrali ha contattato Giannini, autrice del servizio andato in onda nel corso del programma di Milena Gabanelli, per avere una sua dichiarazione (poi correttamente riportata). La collega ha successivamente inviato a Petrali due mail che pubblichiamo integrali, errori ed insulti compresi, lasciando che il lettore si faccia la sua opinione. Forse nella foga le sfuggito il pezzo di Filippo Facci, in prima pagina, in difesa di Report.

Lo stop mondiale alle aperture dei negozi non riguarda solo la Cina (vedi punto 4). Il 2016 stato il primo anno in cui i monomarca chiusi sono stati pari a quelli aperti. Aprire all non era possibile, ancor meno con la crescita dell (Linkiesta ha avuto modo di parlarne in passato, suscitando qualche ira di troppo).

Sono inoltre in rialzo anche le Tod’s, mentre le Moncler cedono il 3,8% all’indomani della pubblicazione dei conti 2013 (annunciati a Borsa chiusa). Tra i titoli fuori dal paniere principale, volano le Carraro (+7,5%) e le Banca Profilo (+5,3%). Sul fronte dei cambi l’euro si attesta a 1,3754 dollari (1,3746 ieri) e a 140,65 yen (140,82), mentre il dollaro yen e’ pari a 102,25 (102,44).

Con una clausola, però: Favorire le Ops e non le Opv. Cioè le offerte pubbliche di scambio, che portano aumenti di capitale, e non quelle di vendita, dove gli azionisti fanno cassa. E, magari, usano i soldi dei risparmiatori raccolti in Borsa per pagare i debiti con le banche: è successo fino a ieri..

Tommolini è sicuro del successo di questa operazione. Del resto lui ha parlato dei caftani quando ancora i suoi interlocutori gli rispondevano “cafta che?”. “Noi siamo stati tra i primi ad intuire che le donne non volevano più un semplice copricostume ma un abito con cui potevano andare in ufficio o uscire la sera” continua.

Il colosso delle bibite Coca Cola ha superato le attese degli analisti con la sua trimestrale: sono i margini lordi ad avere particolarmente stupito. Il colosso della difesa Boeing ha visto utili in rialzo del 38% nella divisione degli aerei commerciali, ma la crescita dei costi non ha avuto lo stesso passo. Dal fronte macro, intanto, l’indice FHFA sui prezzi delle case per il mese di febbraio salito dello 0,7% rispetto a gennaio e del 5,4% negli ultimi 12 mesi..

Lascia un commento