Moncler Jassen Met Bont Dames

Sottotraccia la merce prodotta nei laboratori cinesi di Prato, tristemente famosi per la tragedia della fabbrica lager, era forse destinata a raggiungere anche Mestre. La dimostrazione la si avuta al termine di una veloce indagine condotta dai carabinieri di Mirano. Alla fine una 52enne di Martellago stata denunciata per incauto acquisto e una sua coetanea mestrina per ricettazione e contraffazione.

Moncler sbarca in Borsa e porta con sé un azionariato di lusso. Secondo quanto appreso a margine della cerimonia di quotazione, tra i soci Vip che hanno comprato azioni del gruppo dei piumini ci sono anche Ferragamo, Zegna, Loro Piana, Bernard Arnault di Lvmh e il patron di Diesel Renzo Rosso. Come investitori istituzionali risultano anche i fondi sovrani del Qatar, Singapore, Cina e Abu Dhabi..

Numeri che divengono strabilianti se paragonati a quelli totalizzati dalle imprese italiane operanti in Cina: 1268 partecipate, 64049 lavoratori, 7,8 miliardi di fatturato. L’ex Jugoslavia e l’Albania valgono quasi quanto la seconda potenza mondiale quanto a proiezione economica all’estero.La Cina è molto interessata ai Balcani, ma non tanto come potenziale mercato di sbocco per le sue merci a basso costo, e solo in parte per le risorse minerarie che pure quella regione possiede e che non possono lasciare indifferente un’economia perennemente affamata di materie prime, nonostante il recente rallentamento; Pechino guarda ai Balcani soprattutto alla luce del suo progetto strategico in campo logistico chiamatoNuova via della seta, suggestivaetichetta che ha l’evidente intenzione di evocare il percorso che un tempo battevano i mercanti occidentali per raggiungere il quasi mitico Celeste Impero. Si parla della costruzione di importanti infrastrutture finanziata con capitale cinese: porti, aeroporti, linee ferroviarie ad alta velocità (ad esempio fra Belgrado e Bucarest), autostrade, e così via.

Con questa operazione il gruppo sembra però voler soprattutto giocare d’anticipo su Donald Trump, il presidente eletto che ha minacciato l’americana General Motors e la giapponese Toyota con dazi doganali alti sull’importazione in Usa di auto prodotte in Messico e che ha spinto Ford a fare saltare un investimento da 1,6 miliardi di dollari per la produzione di un nuovo impianto in Messico e a puntare sugli Usa.Oltre alla strategia di evitare eventuali tensioni con l’amministrazione Trump, secondo gli analisti di Equita l’annuncio rappresenta per Fca un’ulteriore conferma dell’evoluzione del mix verso modelli a maggior valore aggiunto.Btp, scende a 1,94% il rendimento del decennaleAvvio di settimana in calo per lo spread BTp/Bund con il rendimento dei decennali italiani in discesa. Il differenziale tra il decennale benchmark italiano (Isin IT0005210650) e il pari scadenza tedesco ha aperto a 164 punti base, dai 166 fatti segnare nella chiusura di venerdì. Il rendimento dei decennali italiani è all’1,94%, in calo dall’1,97% della settimana scorsa.Germania, +0,4% produzione industriale a novembreLa produzione industriale in Germania è salita ancora a novembre, registrando un aumento dello 0,4% su mese, secondo i dati destagionalizzati appena diffusi, sotto le attese.

Lascia un commento